• Febbraio

    17

    2020
  • 268
  • 0
2020: ECO-BONUS, BONUS CASA E BONUS FACCIATA DEL 90%

2020: ECO-BONUS, BONUS CASA E BONUS FACCIATA DEL 90%

E’ stata pubblicata la legge di bilancio 2020: legge nr. 160 del 27 dicembre 2019. Le parti più rilevanti per gli incentivi fiscali in edilizia sono nell’Art. 1 ai commi: 175, 70 e 176. Il 175 proroga per il 2020 gli incentivi per interventi relativi all’Eco-Bonus di efficienza energetica e al Bonus Casa per la ristrutturazione edilizia.

Segnaliamo che all’interno della Legge di Bilancio 2020, ai commi 219-224, si introduce una nuova detrazione fiscale “bonus facciata” del 90% per il restauro e il recupero delle strutture opache delle facciate (compresi balconi, ornamenti e fregi). La detrazione è valida per le spese sostenute nel 2020 e solo per edifici esistenti situati nelle zone A e B (in accordo con definizione DM 1444/1968) e da ripartire in 10 quote annuali. Sono escluse le case isolate di campagna.

Zona A: le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestano carattere storico, artistico e di particolare pregio ambientale o da porzioni di esse, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi.

Zona B: le parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalla zona A): si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superfice coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore al 1,5 mc/mq

Il 14 febbraio 2020 è uscita la Circolare n. 2 dell’Agenzia delle entrate che chiarisce e definisce le modalità di applicazione del Bonus Facciate. Scarica la circolare: Circolare-n.-2-del-14-febbraio-2020

I lavori incentivati di recupero o restauro della facciata riguardano i costi per i cosìddetti interventi di manutenzione ordinaria; nello specifico sono incentivati:

  • gli interventi sulle strutture opache della facciata;
  • i lavori su balconi, ornamenti, marmi e fregi;
  • la pulitura della facciata;
  • la tinteggiatura esterna dell’edificio.

Rimangono, pertanto, esclusi gli interventi relativi agli impianti di illuminazione, gli interventi sui pluviali, sugli impianti termici e sui cavi esterni. Si ricorda che il bonus facciate è applicabile esclusivamente per gli interventi sulle strutture opache della facciata, sui balconi o su ornamenti e fregi; pertanto si escludono le spese sostenute per la sostituzione degli infissi (detraibili comunque al 50% con l’ecobonus).

I contribuenti che siano interessati alla detrazione del 90% e che hanno progettato di realizzare un cappotto termico dovranno avvalersi di un tecnico per verificare che i lavori effettuati sulla facciata dell’edificio soddisfino i seguenti requisiti: decreto MISE 26 giugno 2015 e decreto MISE 26 gennaio 2010 (trasmittanza termica). In particolare sono previsti il monitoraggio da parte dell’ENEA per il risparmio energetico effettivamente conseguito a seguito della realizzazione degli interventi e il controllo i massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento,

Brevemente la Manovra ha confermato le seguenti detrazioni:

  • Il bonus ristrutturazioni 2020: che riguarda le detrazione irpef applicate con un’aliquota pari al 50% su un massimo di spesa pari a 96.000 euro, tali detrazioni hanno una durata di 10 anni e spettano ai contribuenti che effettuano lavori di restauro, risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.
  • Il bonus mobili 2020: l’agevolazione spetta solo a chi ha eseguito interventi di ristrutturazione (di cui sopra) effettuati prima dell’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Anche in questo caso come per i lavori di ristrutturazione la percentuale da detrarre è del 50% ma stavolta, è relativa ad un massimo di spesa di 10.000 euro.
  • Ecobonus 2020 – 2021: prevede una detrazione del 65% o 50% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100.000 euro da suddividere sempre in 10 anni. La detrazione era già stata prorogata fino al 2021 per quelli interventi di riqualificazione energetica che riguardano le parti comuni degli edifici condominiali.
  • Proroga bonus verde 2020: l’agevolazione prevede la detrazione pari al 36% per la riqualificazione urbana da parte di privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.
  • Sismabonus 2021: già presente fino al 2021 la detrazione incentiva (con aliquote che variano dal 70% al 85%) i lavori di messa in sicurezza e di consolidamento strutturale degli edifici esistenti che garantiscano un miglioramento di almeno 1 classe di rischio sismico.

Per comodità abbiamo riepilogato le informazioni principali, perciò scarica e consulta il riassunto BONUS FACCIATE 2020 CIDIENNE

© Copyright 2018 Evologi